Sportello telefonico
0376.362699
Dalle ore 9.00 alle ore 13.00


Compila il modulo on-line di
RICHIESTA INTEGRAZIONE PRESTAZIONI
Clicca per scaricare il file

L'associazione

Nell’ambito della contrattazione dei Lavoratori agricoli e florovivaisti della provincia di Mantova, per sostenere il reddito dei lavoratori assenti per malattia e infortunio, senza penalizzare in misura eccessiva le stesse aziende agricole di cui essi erano dipendenti, fu convenuto nell'Accordo Intersindacale provinciale sottoscritto il 25 febbraio 1963 la costituzione di una “COMMISSIONE INTERSINDACALE per la integrazione della assicurazione contro le malattie dei braccianti avventizi e dei salariati fissi dell'agricoltura” con sede nell'allora palazzo dell'Agricoltura in Piazza Martiri di Belfiore n. 7, allo scopo di corrispondere ai lavoratori sopraccitati, assenti dal lavoro per causa di malattia nell'annata agraria 1962-63 un sussidio integrativo a quello corrisposto dall'Istituto Nazionale Assistenza Malattia (I.N.A.M.).

Con l'aumento delle prestazioni e la necessità di garantire ai lavoratori nuove provvidenze e nuovi servizi, a seguito di costruttivo confronto tra le Organizzazioni sindacali firmatarie il Contratto provinciale dell'Agricoltura, le Organizzazioni Sindacali Fisba–Cisl (ora Fai-Cisl), Flai-Cgil, Uila–Uil, in rappresentanza dei Lavoratori, e l'Unione Provinciale Agricoltori (ora Confagricoltura), la Federazione Provinciale Coltivatori Diretti (ora Federazione Provinciale Coldiretti) e la Confederazione Italiana Agricoltori di Mantova, in rappresentanza dei Datori di Lavoro, con atto notarile del 28 dicembre 1995, trasformarono la Commissione Intersindacale nella CIMI - CASSA INTEGRAZIONE MALATTIE ED INFORTUNI Lavoratori Agricoli e Florovivaisti della Provincia di Mantova dotandola di una autonoma, organica e legittima presenza istituzionale.

Top